Kandholu Maldive


Kandholu Island, (Kandholhudhoo), Ari Nord, Isole Maldive


by Monika, MAGGIO 2006
IN ESCLUSIVA PER MONDOMALDIVE RACCONTO CON TUTTE LE FOTO


IL VIAGGIO
Il viaggio comincia alle 7:30, quando partiamo da Bilbao per Milano; di qui ci trasferiamo a Monaco e infine alle Maldive. Ometterò i dettagli sulle trasferte e lo sproposito che abbiamo dovuto pagare per l’eccesso di peso; sí, siamo partiti con un po’ di ritardo da Milano per Monaco, ma nulla d’importante. Alle 20:30 decolliamo da Monaco per le Maldive con un aereo quasi pieno: viaggiamo con Condor e tutto si svolge bene. In aereo ci sono molti bambini e mia figlia resterà buona per tutto il tragitto. Ormai manca poco e già scendiamo, quando dal finestrino scorgo il primo atollo delle Maldive! Non so se ridere o piangere per l’emozione! E pensare che sono ci sono stata già altre volte… tuttavia, la prima immagine mi sorprende sempre!

Panoramica atolli Maldive

Atterriamo… e non faccio neanche tempo a metter piede sul primo gradino della scaletta, che mi coglie la solita botta di caldo e l’umidità delle Maldive. Una ragazza maldiviana prende mia figlia in braccio mentre apro il passeggino (a momenti la ragazza maldiviana mi porta via la bimba, eh eh eh!) e… via di corsa al controllo passaporto tutti bell’e contenti! Il ragazzo del controllo mi osserva con scrupolo: e quando vedranno il mio passaporto stracolmo di timbri delle Maldive -rimugino fra me e me- cosa penseranno?!? Ritiriamo le valigie-piombo e ne lascio una presso un ufficio dell’aeroporto: è piena di giochi per i bambini delle isole di Eydhafushi e Malhoss. Consegno i pacchi-regalo di alcuni di voi ai relativi banchi e, a questo punto, il ragazzo di Kandholhudhoo ci porta a prendere il pulmino che ci trasferirà all’idroporto. Al resort viaggeremo con la Maldivian Air Taxi. Passano due ore… paghiamo il solito eccesso di peso e finalmente ci chiamano per l’imbarco. L’idrovolante è pieno e tutti sono diretti a Vilamendhoo; passiamo sopra le isole (io le riconosco tutte, eh eh eh!) e arriviamo a Vilamendhoo, nell’atollo di Ari Sud, dove scendono tutti tranne noi. Durante il volo noto alcune isole che mi suscitano bei ricordi… che ricordi! …fra queste, Lily Beach.

Lily Beach, Ari sud, Maldive panoramica dall'alto

Arriviamo quindi alla piattaforma dove sbarchiamo; qui un motoscafo (una vera figata) ci attende e ci ricevono una ragazza filippina e due maldiviani. Durante il tragitto, sia in volo che in motoscafo, scorgo Halaveli, piena di muretti, molti muretti. Con una gru enorme e altre che stanno estirpando palme, demolendo bungalow… un disastro, a vederla cosí!

Halaveli, Ari nord, Maldive panoramica dall'alto

Finalmente arriviamo al resort. L’assistente del direttore ci dà il benvenuto, compiliamo i moduli e ci portano una coppetta di gelato al mango e un tè.

Kandholu Island, Kandholhudhoo, Ari Nord, Maldive, cocktail di benvenuto

L’isola è minuscola, ma minuscola sul serio. In un attimo giungiamo al nostro bungalow e… sorpresa! invece del numero, all’entrata, leggiamo i nostri nomi su una placca di legno appesa alla parete! Eh eh eh! Il mio nome ovviamente è scritto male perché riporta il secondo cognome invece del primo… però che bel dettaglio!

IL BUNGALOW
Quando giungiamo alla porta del bungalow… mi appare una meraviglia! Il reef è proprio lí a due passi eh, eh, eh! Si gode di sufficiente intimità anche rispetto agli altri beach bungalow. Entrando… la prima cosa che attira la mia attenzione… c’è musica! musica maldiviana di sottofondo… molto tranquilla e rilassante. Il bungalow… STUPENDO! Non è molto grande, ma è una figata! Con tutti i dettagli: minibar, hi-fi, macchina per il caffè, cassaforte, un vassoio di frutta fresca esotica e quelle bacinelle d’acqua con i fiori che galleggiano... Il letto è a baldacchino con alcune tende bianche raccolte in varie parti della struttura. Cuscini di vario colore e un copriletto estivo leggerissimo che è una delizia, un comodino ad ogni lato del letto (fra l’altro molto grandi), scrivania con uno specchio uguale alla testata del letto, armadio con asciugamani, torcia, ombrello, pigiama, eccetera...

Kandholu Island, Kandholhudhoo, Ari Nord, Maldive, bungalow camera

Per mia figlia è previsto un lettino e lei è tutta contenta perché le hanno anche messo alcune palline per giocare.. Dal letto si scorge, attraverso la vetrata, la spiaggia e il mare è proprio lí a un passo... che immagini... che meraviglia!

Kandholu Island, Kandholhudhoo, Ari Nord, Maldive, bungalow veranda

E il bagno... che cosa posso dire del bagno! E’ un capolavoro! Grande come il bungalow o anche di piú, perché il bungalow non è enorme, anche se comodo e piacevole. Come si entra in bagno, a destra si trova una doccia di pietra di corallo, con rubinetteria del tipo a bocca larga, molto tosta, e una parete divisoria senza porta. A sinistra il water (cesso per gli amici) anch’esso con una parete divisoria senza porta. Superando le pareti vi sono due mensole a ognuno dei lati con un lavabo molto moderno e minimalista, e un’asse con sapone, gel, crema, eccetera. Vi si trovano alcuni pioli di bambú che reggono i teli per la doccia e il mare. Proprio di fronte, aprendo la porta del bagno, appare la vasca Jacuzzi e, dietro di questa, la doccia di corallo. La vasca è ovale, bianca, anch’essa con una rubinetteria molto speciale, come quella dei lavandini e delle docce. La Jacuzzi è appoggiata su un rialzo di legno e, dietro di questo, vi sono alcune piastrelle di marmo per evitare di calpestare la sabbia recandosi alla doccia di corallo. Questa è incredibile, stupenda, non vi sono parole adeguate per definirla! Con una conchiglia di pietra da cui cade l’acqua... Cade come da una cascata, non come dalla bocca di una doccia normale; lí mi sono fatta la doccia venti volte al giorno tutti i giorni, e mia figlia lo stesso. Ah! Ad entrambi i lati, due piccole palme. La Jacuzzi... è meglio di quella di casa mia!! Con un sacco di programmi; io mi ci addormentavo come una regina, con il massaggino che il “programma relax” (il mio preferito) ti procura. Risultato: uscivo dal bagno che non mi funzionavano piú le gambe dal piacere e dal relax, eh eh eh!

Kandholu Island, Kandholhudhoo, Ari Nord, Maldive, bungalow bagno

Col buio, il bagno intero è divino, ma quella doccia... parte del basamento si illumina e ad entrambi i lati vi sono alcuni faretti nascosti che la fanno apparire un sogno. Insomma il bagno mi fa impazzire; anche con quelle rompiscatole di formiche che facevano visita alla doccia col buio e alcuni ragni che la usavano come base per le loro ragnatele approfittando della notte.
Il bungalow ha un cantuccio con due poltrone e un tavolino, non vi sono tendine alle finestre bensí solo tende parasole; tuttavia è come se non ci fosse nulla perché entra luce appena fa chiaro. Le sdraio sono di legno e molto comode, e all’ingresso del bungalow si trova un rubinetto con doccetta a mano per pulirsi i piedi quando si torna dalla spiaggia; alla base, alcune pietre di corallo.
Vi sono sei beach bungalow, tutti nella stessa zona, fra palme e varia vegetazione, e tutti molto belli meno l’ultimo che è molto “in alto” e obbliga a scendere una collinetta di sabbia per giungere al livello della spiaggia. Le palafitte sono grandi, piú grandi dei beach bungalow. Ve ne sono quattro con scaletta diretta al mare e anch’essi molto belli. Anche il bagno è stupendo, con una vetrata e la Jacuzzi... Il room boy è d’un discreto e silenzioso... l’ho visto solo quattro volte in tutta la vacanza!!! Eh eh eh, però molto gentile eh? Questo sí. E oltretutto il bungalow è sempre risultato impeccabile.

LA BARRIERA CORALLINA
Il giro dell’isola si compie in due minuti e in effetti non so se chiamarla isola o lingua di sabbia: è una nanerottola! Non c’è quasi laguna, tutto è barriera corallina! Questa è senza dubbio la parte migliore dell’isola. Cosparsa di coralli tutti vivi, tutti splendidi; non avevo mai visto tanti coralli cosí vivi e rigogliosi... Mi sono tolta la voglia di stare in acqua e ho praticato tanto di quello snorkeling che mi varrà per tutto il resto della mia vita.

Kandholu Island, Kandholhudhoo, Ari Nord, Maldive, reef

Sopratutto si vedono coralli, pesciolini di barriera e tartarughe. Ho osservato solo uno squalo in tutta la mia permanenza, pur rimanendo in acqua per l’intera giornata... Ho visto tutti i pesci piccoli e medi esistenti, e le tartarughe... moltissimissimissime! Però, di pesci grandi non ce ne sono molti: qualche tonnetto “depistato”, ma nessun animale grande... soprattutto tartarughe: ve ne devono essere un’esagerazione perché basta mettere il naso sott’acqua e già ne noti un sacco. Una, me la sono fatta amica perché son passata tante volte di lí quotidianamente, che penso che mi salutasse pure; e poi stava sempre lí, sempre nella stessa zona. Il reef interno che circonda l’isola è immenso; girare l’isola a piedi è nulla, ma il reef... diventa poi enorme quando si cerca di compiere il giro all’esterno della barriera: ci si allontana moltissimo e si scopre che è estesissimo. S’impiega molto a fare il giro dell’isola e io non vi sono mai riuscita in un solo giorno; il fatto è che qualcosa di storto, il reef, dovrà pur averlo: è che c’è abbastanza corrente. Mi sono venuti i crampi a furia di nuotare controcorrente; il fatto è che è come un torrente in piena: non sai mai dove ti può trascinare!

Kandholu Island, Kandholhudhoo, Ari Nord, Maldive, reef 1

Proprio di fronte al nostro bungalow, si trova la zona della barriera piú ricca di pesce: banchi e banchi di pesci piccoli e medi di varie specie; questa è senza dubbio la zona dove vivono la maggioranza di pesci. Le tartarughe si radunano piú verso sinistra rispetto al nostro bungalow.

Kandholu Island, Kandholhudhoo, Ari Nord, Maldive, reef, tartaruga

Kandholu Island, Kandholhudhoo, Ari Nord, Maldive, reef , tartaruga 1

Kandholu Island, Kandholhudhoo, Ari Nord, Maldive, reef , tartaruga 2

Il primo giorno arriviamo, disfo le valigie, mi faccio una doccia, mi metto un bikini, prendo l’attrezzatura da snorkeling... e in acqua! Non sono nemmeno andata a mangiare! Eh eh eh! E che meravigliosa sensazione, quel primo bagno alle Maldive dopo un po’ di tempo...! Ho fatto tante foto... per non impazzire al ritorno a casa, me le sono sistemate nel portatile ogni sera quando le scaricavo. Vi sono due spaccate fra i coralli: se non fosse per queste, sarebbe impossibile uscire dalla barriera perché c’è una tale quantità di coralli e l’ampiezza è tale... che basta una minima ondina o un accenno di corrente per “spatasciarti” contro il reef. La sua larghezza è tale che, mettendo il naso fuori dall’acqua quando ti trovi all’esterno, ti accorgi che sei lontanissimo dall’isola; tuttavia, la barriera è senza dubbio il meglio di Kandholhudhoo. Vi sono coralli di tutte le varietà possibili; neanche un pezzettino morto; tutto, ma proprio tutto, è vivo e, ovunque si rivolga lo sguardo, si osservano migliaia di coralli, al punto che è quasi oltraggioso, da quanto sono belli!

L’ISOLA
Nell’isola vi sono: un ristorante con una decina di tavoli; il bar che è subito attaccato e dispone di sette tavoli all’interno e dieci fuori; un mini-diving; la reception con un negozietto minimo; una palestra piccolissima e le sale del centro bellezza. Come già ho osservato, l’isola è molto piccola, la spiaggia molto bella, non c’è laguna e la sabbia non è cosí fine come di solito si ricorda alle Maldive, un po’ grossolana invero. L’interno dell’isola è sabbioso; non mi sono mai messa nulla ai piedi nemmeno per la cena (che si svolge sempre in spiaggia). Dentro l’isola vi sono alcuni edifici; si tratta di una zona con pochi bungalow (camere normali), una piccolissima serra, alcuni servizi, le camere del personale e null’altro. C’è molta vegetazione; è un’isola abbastanza selvaggia; non vi sono molti fiori ma, questo sí, diverse palme. I cocchi cadono dove meno te l’aspetti e quindi bisogna procedere con una certa cautela...

Kandholu Island, Kandholhudhoo, Ari Nord, Maldive, pontile

La vita sull’isola... non c’è vita! Eh eh eh! Non si ode anima viva: è un’isola tranquillissima; non c’è animazione di alcun tipo; non vi sono attività né giochi (biliardo, ping-pong e cose simili); sono disponibili soltanto tre escursioni (pesca, immersioni e isola dei pescatori); si può soltanto fare snorkeling, prendere il sole e approfittare dello slogan delle Maldive, “Il piacere di non far nulla”. Nel bar (meglio chiamarlo “mini-bar”), dopo la cena, propongono musica di sottofondo bassissima; la gente chiacchiera tranquilla ed è quindi un’isola molto, molto silenziosa.
Gli altri ospiti che abbiamo conosciuto hanno una certa età e, ad esclusione di una coppia giovane e una signora, non ho visto mai nessuno fare snorkeling. Ho quindi goduto ogni giorno dell’esclusivo uso della barriera! Vi sono molte lucertole, gechi e compagnia bella. Un paio di uccelli “Makana” fanno la guardia ad ogni angolo dell’isola. Uno, lo avevo io come vicino; e poi un altro uccellino piccolo piccolo che mi passeggiava davanti con un fare da splendido...! Molti insetti, formiche enormi che si appropriavano del bagno durante la notte, piccoli coleotteri e ragni abbastanza grandicelli. E’ l’isola con piú coleotteri che abbia mai visto, però non c’è neanche una zanzara. Pensavo di andare a visitare Bathala, ma fra una cosa e l’altra non ho avuto né tempo né voglia. In ogni caso, sono stata a Maayafushi e be’... non è che mi abbia poi fatto impazzire. Ho alcune foto; purtroppo però, la mia macchina fotografica digitale mi ha subito informato della carenza di batterie... e mi ha lasciato a piedi!!

IL CENTRO BENESSERE
Il centro benessere... eh eh eh! C’è il centro benessere... Vi sono alcuni bungalow rivolti verso il mare e altri molto grandi con giardino. Nelle sale massaggio in spiaggia, i letti per i massaggi sono rivolti verso il mare; in ogni sala c’è un bagno col pavimento di marmo e dopo il massaggio ci si mette lí “a mollo” con i fiori e la bottiglia di Moët et Chândon, e si contempla la spiaggia e il mare; si può anche rimirare il crepuscolo dopo il tramonto, se richiedi l’ora “giusta”.

Kandholu Island, Kandholhudhoo, Ari Nord, Maldive, centro benessere

Kandholu Island, Kandholhudhoo, Ari Nord, Maldive, centro benessere 1

Le sale con giardino sono piú ampie, comunque molto belle e con le stesse attrezzature delle altre; l’unica differenza è che vi sono fiori e giardini, invece della vista sulla spiaggia. Vi è un centro relax con una sauna, alcuni solari, un paio di piscinette, il bagno turco, vasche di marmo al livello del suolo, docce-idromassaggio e due Jacuzzi... Una per le signore e uno per i gentiluomini, con le stesse attrezzature, ma separate. C’è anche una piccola palestra che però è sempre vuota. In spiaggia vi sono anche due piattaforme di marmo, con tetto di paglia, per prendere il sole. Ogni bungalow ha le sue sdraio, ma in spiaggia ve ne sono altre vuote che si possono usare liberamente.
Il programma del centro benessere è abbastanza ampio e mi è capitato di non sapermi decidere fra massaggi ad ogni ora o praticare lo snorkeling... Ha vinto lo snorkeling; il fatto è che pensavo... se poi vado a finire in altri resort con barriera meno interessante e un buon centro benessere... qui mi dedico al “buono”. I massaggi costano fra i 60 e i 200 dollari. Ci siamo fatti fare un massaggio stupendo, molto rilassante, in quei lettini d’una sala sulla stessa spiaggia, senza pareti chiuse, mentre guardavamo il mare... e dopo... il bagno di fiori, ovviamente! L’esperienza è stupenda: la verità è questa! Alla fine non ne potevo piú: il fatto è che, o hai la baby sitter o devi approfittarne quando la bimba dorme e naturalmente ciò non avviene che per un massimo d’un paio d’ore... eh eh eh!

Kandholu Island, Kandholhudhoo, Ari Nord, Maldive, centro benessere 2

In seguito, un altro giorno mi sono fatta fare il massaggio “nordico” all’ora del tramonto. E’ stato una goduria! La ragazza è serba e sempre gentilissima con noi ogni volta che ci incontriamo sull’isola; è una massaggiatrice eccellente! Questa volta il massaggio si è svolto in una sala col giardino, con l’enorme vasca di marmo al suolo (piú grande di quella delle sale in spiaggia) e il lettino rivolto verso una doccia di corallo a cascata, come quella dei bagni dei bungalow della spiaggia. Immaginatevi come sono uscita rilassata dal massaggio: ho fatto tre giri dell’isola perché non trovavo il mio bungalow!!! Eh eh eh! Giravo con l’asciugamano del centro benessere qua e là e non capivo piú un tubo, eh eh eh!

IL RISTORANTE
La prima colazione è a buffet; non è che vi sia molto, però quel che c’è è vario, tenendo conto che eravamo in quattro gatti. Inoltre sul tuo tavolo trovi un foglio ogni mattina, su cui devi indicare se vuoi le uova e come le vuoi; se desideri la frittata, con che ingredienti, con che salsa e condimento. E’ uno di quei fogli a questionario come certi test per l’esame di guida. Il pranzo e la cena sono a menu, ad eccezione di due giorni la settimana: un pranzo è a buffet maldiviano; in un giorno diverso, la cena è a buffet alla griglia. Il pranzo si svolge nel ristorante col pavimento di sabbia. La cena invece si consuma in spiaggia al lume di candela.
Il menu del pranzo è abbastanza esteso: vari tipi di piatti e si possono scegliere salse, contorni e il tipo di pasta, per esempio. I piatti sono molto sofisticati; non mi dispiacciono, però hanno un non so che di “molto contenitore e poco contenuto”. Vi sono due chef: uno di Sri Lanka e l’altro austriaco.

Kandholu Island, Kandholhudhoo, Ari Nord, Maldive, ristorante

Il menu della cena prevede tre primi a scelta e poi servono una zuppa o consommé, e tre secondi a scelta; per ultimo, due dolci a scelta. E’ previsto il servizio in camera e si può cenare nel bungalow in tutta tranquillità dentro o fuori, all’ingresso o in spiaggia; il menu per il servizio in camera è lo stesso del pranzo al ristorante.
Riassumendo, non si mangia male, però i pasti sono molto speziati in generale, con varie erbe e involtini d’ornamento; alla fine ciò che mi è riuscito meglio è mangiare perché il menu non mi dispiaceva poi troppo... eh eh eh! (ci sono sandwich, sebbene siano anch’essi esotici). Le bevande sono abbastanza care, ma io mi sono calata succhi come una pazza assetata. Ho scattato molte foto ai piatti: all’inizio non ci avevo pensato, ma vedere che, giorno per giorno, i piatti ce li presentavano come opere d’arte... insomma mi sono messa a scattare foto perché valeva la pena che lo vedeste anche voi! In breve ho mangiato bene perché i piatti, anche se molto sofisticati, sono di qualità e la presentazione è eccellente. La nostra ultima cena sotto la luna è stata come tutte le altre: meravigliosa e al lume di candela in spiaggia. Ci hanno preparato una tavola stupenda tempestata di fiori e abbiamo passato una serata stupenda.

Kandholu Island, Kandholhudhoo, Ari Nord, Maldive, ristorante 1


RIASSUNTO
In definitiva... l’isola mi è piaciuta; soprattutto ho apprezzato la barriera e il bungalow, ma in generale tutto è fantastico. Il cibo non è per niente male, ma il fatto è che sono molto sensibile all’argomento... E’ un’isola “noiosa”, nel senso che, come ho già detto, non si può far granché, e se non si pratica lo snorkeling... ci si può morir di noia, se si resta per molti giorni. Io ci sono stata molto bene perché ho approfittato al massimo dello snorkeling e amo le isole tranquille; mia figlia è stata molto brava ed si è rivelata in simbiosi con l’aria di pace che aleggiava. Siamo stati molto bene; il nostro cameriere è per caso della stessa isola del mio amico di Royal Island, cosí abbiamo chiacchierato molto con lui e gli abbiamo insegnato tante parole di spagnolo. Abbiamo la sua e-mail, il telefono e tutto!! Eh eh eh! Cosí siamo finiti per conquistare un nuovo amico alle Maldive... Il servizio è stato sempre molto gradevole.
Con gli altri ospiti (i pochissimi ospiti) siamo entrati immediatamente in sintonia. Dopo la cena non si vedeva anima viva. Mi ha fatto l’impressione di essere sempre stata l’ultima ad andare a dormire, e la prima a risvegliarmi. Alle cinque e mezza del mattino già ero sul piede di guerra... Mi sedevo a contemplare l’alba e subito dopo indossavo l’attrezzatura da snorkeling... e in acqua! Alle 8 andavo a fare colazione, poi svegliavo mio marito e mia figlia, ed essi consumavano la colazione nella veranda o ci recavamo tutti al ristorante. Piú tardi ci spostavamo in spiaggia a leggere, a fare castelli di sabbia sulla riva con la bimba, a fare il bagno, a passeggiare (facevamo otto giri dell’isola ogni mezz’ora... eh eh eh!), poi a mangiare; loro siesta e io snorkeling... be’, qualche giorno al centro benessere, mio marito in palestra; insomma un soggiorno tranquillo e rilassante.
Quest’isola è ideale per le persone alla ricerca di pace assoluta e totale isolamento; se poi si pratica anche lo snorkeling, ancor meglio! Sono stata molto contenta del mio soggiorno a Kandholhudhoo e ho pianto al commiato perché il nostro cameriere, l’assistente del direttore e la ragazza del centro benessere sono venuti a salutarci al pontile... e io con un nodo in gola... Tornerei solo per la barriera; questo sarebbe uno dei principali motivi (sebbene ve ne siano molti altri) per far ritorno a quest’isola che è moooolto bella, senza dubbio, mooolto piccola e assolutamente tranquilla. Insomma... tornerò! (torno in 2 mesi!)

Kandholu Island, Kandholhudhoo, Ari Nord, Maldive

Monika

Qui Potete vedere tutte le foto di Kandholu Island,(Kandholhudhoo), Isole Maldive