compagnie aeree bambini alle Maldive


Bambini alle Maldive: Compagnie aeree

Vorrei analizzare tre delle più famose compagnie aeree che effettuano voli di linea tra l'Italia e le Maldive, con i relativi pro e contro, da soppesare prima di scegliere.

QATAR AIRWAYS
Ormai da anni questa compagnia rientra tra le più importanti al mondo (nel 2015 spiccava nella top 5) e il motivo del suo successo è facilmente comprensibile.
La flotta è composta da aeromobili di ultima generazione: spiccano l'enorme Airbus 380, il collaudato Boeing 777, il moderno Boeing 787 "Dreamliner" e il suo concorrente più diretto e fresco di inaugurazione, l'Airbus350.
Il quartier Generale risiede in uno degli aeroporti di espansione del momento, Doha, un cantiere in continua evoluzione che vanta una serie di servizi di altissimo livello e zone "baby friendly" difficilmente riscontrabili in altri aeroporti.
Esistono strutture giganti in acciaio con all'interno scivoli ed altri giochi per bambini, passeggini di cortesia firmati Pierre Cardin e una varietà di zone relax che - a tratti - vi faranno sentire proiettati in una Spa.
Partendo da Roma, sia per la tratta fino a Doha, sia per quella fino a Malè, abbiamo volato con l'A320, il secondo aereo più diffuso al mondosul medio raggio, dopo il Boeing 737: devo dire che, eccezion fatta per gli spazi non propriamente ampi e ovviamente non modificabili, il resto è stato adattato per il lungo raggio: personale e comfort sono di ottima qualità, nonostante si stia parlando di aerei abbastanza piccoli, progettati per tratte inferiori alle 10 ore.
Qatar propone molte offerte soprattutto verso l'Asia, quindi vi consiglio di iscrivervi alla newsletter e aspettare il momento migliore per prenotare. Iscriversi al "Privilege Club" significa garantirsi la carta miglia familiare anziché individuale. Questo vi permetterà di accumulare miglia per tutta la famiglia, sia con i voli Qatar, sia con quelli delle compagnie partner. La carta inoltre ha scadenza triennale e non annuale come molte colleghe, per citarne una quella di Lufthansa.
Per il baby child menu, vale sempre la stessa regola, indipendentemente dalla compagnia: è necessario prenotarlo in anticipo per essere certi di averlo.
Capitolo gadget, il preferito dai piccoli: è un susseguirsi di regali a tema che vanno dalle solite matite, libri, stickers, fino agli zainetti e valigette rigide dove vengono serviti i pasti.
Lo scalo di Doha è molto funzionale sia sotto l'aspetto dei servizi di imbarco che per quello commerciale: pullula di negozi di ogni genere e il wifi è ovunque.

ETIHAD AIRWAYS
Personalmente testata lo scorso mese (febbraio 2016) per andare alle Maldive, effettua uno scalo ad Abu Dhabi e talvolta ha voli operati tramite il partner Alitalia.
Aerei nuovi, ben tenuti, silenziosi, dotati di monitor personali con molti film e cartoni, gradevole sorpresa, in lingua italiana.
Etihad permette di effettuare il check in online fino a 30 ore prima del decollo, con la possibilità di scegliere sia i posti sia i menu per tutta la famiglia (vegani, ipocalorici, vegetariani, asiatici ecc). Molto efficiente anche il numero verde, utilizzato nel nostro caso per prenotare il child menu di Clara.
Dovete fare attenzione però, perché nel caso di volo operato da Alitalia, il check in online non potrete effettuarlo sul sito Etihad, ma su quello della nostra compagnia di bandiera.
Il check in online è comodo per risparmiare tempo, visto che ai possessori di carta d'imbarco è riservata una corsia preferenziale.
L'imbarco prioritario spetta ai clienti Business ma anche alle famiglie con bambini.
Sul sito è possibile prenotare gli stop over ad Abu Dhabi e il trasferimento gratuito verso Dubai: il primo permette il soggiorno di due notti nella capitale (la prima notte avrà un costo scontato, mentre la seconda sarà gratuita nel caso di economy class; nel caso voliate invece in first, avrete diritto a un soggiorno gratuito per entrambe le notti).
E' possibile inoltre, in caso di scalo tra le 6 e le 10 ore, riservare una gita al campo da golf "Yas", con noleggio dell'equipaggiamento al costo di 40USD. Altro servizio prenotabile sul sito è l'assistenza al minore non accompagnato: in base all'età del viaggiatore avrete servizi diversi a costi diversi.
L'aeroporto di Abu Dhabi sta crescendo in maniera esponenziale, soprattutto il terminal 1, visto che il terminal 3 è già molto ricco ed esteso.
Per quanto riguarda sia il personale di bordo, sia quello di terra, troverete molta disponibilità e gentilezza, ma non date per scontato che tutti parlino l'inglese.
Analizzando invece l'aspetto puramente "baby friendly", non ho trovato una particolare attenzione al piccolo viaggiatore. I gadget forniti a bordo sembrano quelli in dotazione per un volo di 45 minuti e per quanto riguarda il cibo e le bevande non era disponibile il latte, nonostante il volo fosse pieno di bambini di età inferiore ai 6 anni: solo succo di arancia e uova strapazzate per colazione, sinceramente un po' deludente.
Attenzione al bagaglio da stiva, poiché il suo peso varia in base alla destinazione del volo. Consultate la sezione addetta sul sito o basatevi sui classici 23kg.

EMIRATES
Emirates é sinonimo di lusso e comodità, anche se non è mai riuscita a superare nella classifica stilata da www.airlineratings.com le consorelle australiane e neozelandesi.
In totale stereotipo arabo esiste molta differenza tra l'economy class e la first, quest'ultima progettata come una vera e propria suite di lusso, permessa solo a pochi portafogli.
Emirates, nonostante per anni sia stata ritenuta una compagnia di nicchia, riserva adesso offerte appetibili e sta conquistando enormi quote di mercato.
Spesso è possibile scovare offerte per Dubai e Stati Uniti sotto i 600,00 in economy class (dipende ovviamente anche dal periodo).
Anche qui avrete il servizio di check in online e l'imbarco prioritario nel caso di famiglie con bambini. Cambia però il peso del bagaglio da stiva, decisamente più generoso, che arriva fino ai 30kg per i passeggeri economy, 40 per la business e addirittura 50 per la first.
Il wifi è disponibile addirittura a bordo (a pagamento).
Per i bambini consiglio di effettuare la registrazione a "Skyward Skysurfers", la tessera miglia per bambini dai 2 ai 16 anni, che permetterà loro di accumulare miglia e ricevere vantaggi e premi durante i prossimi voli. Successivamente all'emissione della carta riceverete, direttamente a casa, il kit del piccolo viaggiatore, con tanto di etichetta bagaglio.
L'assistenza per i neonati prevede un kit di pannolini, salviette umidificate e culla fino a 11kg, da prenotare in anticipo.
Anche l'aeroporto di Dubai è fornito di playground per bambini ed aree relax per gli adulti. La tratta per Dubai inoltre è spesso effettuata dal gigantesco A380 che, quanto a comfort e silenziosità, non ha paragoni.


Non vi resta quindi che iscrivervi a tutte le newsletter delle compagnie aree ed aspettare l'offerta migliore.

Elena Frosi

Mondomaldive.it Mappa sito