Testata Mondomaldive.it

Gli Invertebrati alle Isole Maldive

Gli animali sono raggruppati in due grandi categorie, i vertebrati, quelli che posseggono una colonna vertebrale, e gli invertebrati, che al contrario non la posseggono.
Il 90% circa degli animali sulla terra sono Invertebrati, suddivisi in più di 30 gruppi principali, di cui quello degli insetti è il più numeroso.
Molti invertebrati vivono solo nel mare.
In questa sezione tratteremo gli invertebrati che sono legati all'ambiente delle Isole Maldive.

P
O
R
I
F
E
R
E
PHYLUM CLASSE NOME COMUNE
PORIFERE
Phylum di animali invertebrati detti comunemente spugne, tra i più semplici e più antichi, caratterizzati dalla mancanza di veri e propri tessuti e organi.
Vivono in acqua, fissati al fondo o ad oggetti sommersi.
DEMOSPONGIAE SPUGNE

C
N
I
D
A
R
I
PHYLUM CLASSE SOTTOCLASSE ORDINE NOME COMUNE
CNIDARI o CELENTERATI
Phylum di invertebrati acquaticici, sono animali a simmetria raggiata, cioè con parti del corpo che si ripetono intorno ad un asse centrale, con un'unica cavità corporea da cui prendono il nome: il celenteron.
Sono dotati di tentacoli e di speciali cellule urticanti, gli cnidoblasti, che contiene un liquido irritante, il cui effetto varia da specie a specie.

In questo phylum rientrano tutti i numerosi animali costituiti da polipi. I polipi possono essere singoli come nelle attinie oppure formare grandi colonie, costruendo scheletri interni ed esterni di carbonato di calcio.

IDROZOI
Organismi quasi esclusivamente marini, possono vivere sia come individui solitari che in colonie. Possono riprodursi sia per via sessuata che assessuata o per gemmazione, in base alla specie.



CORALLO DI FUOCO MILLEPORINI
ANTOZOI
Organismi quasi esclusivamente marini, con forma polipoide, corpo cilindrico ancorato al fondale e apertura boccale circondata da tentacoli urticanti.
Si dividono in esacoralli (sei tentacoli o multipli di sei) e ottocoralli (otto tentacoli o multipli di otto).
ESACORALLI MADREPORARIA MADREPORE
ANTHIPATHARIA CORALLO NERO
ATTINIARI ATTINIE o ANEMONI DI MARE
OCTOCORALLI GORGONACEA GORGONIE
ALCIONACEA ALCIONARI o CORALLI MOLLI
POLICHETI ANELLIDI
SCIFOZOI SIFONOFORI MEDUSE

A
R
T
R
O
P
O
D
I
PHYLUM CLASSE ORDINE NOME COMUNE
ARTROPODI
Phylum di animali invertebrati che comprende oltre un milione di specie note. Il loro corpo è diviso in segmenti (metameri) che formano il capo, i torace e l'addome. Si muovono per mezzo di arti.
Il corpo è rivestito da una cuticola o esoscheletro rigido, formato da chitina, un composto azotato. Quando l'animale cresce perde il vecchio esoscheletro (exuvia) che viene sostituito da uno più grande che si è nel frattempo formato (la cosidetta "muta").
La respirazione avviene attraverso le branchie negli Artropodi acquatici e le trachee in quelli terrestri.Nelle forme più piccole gli scambi gassosi possono essere fatti attraverso tutta la superficie del corpo, nella cui cavità circola un liquido simile al sangue (emolinfa).
Hanno organi del senso molto sviluppati e sulle zampe e sulle antenne sono dotati di setole e appendici che gli permettono di sentire le vibrazioni. Gli occhi possono essere semplici (ocelli) o composti.
CRUSTACEA
Esistono circa 40.000 tipi differenti di crostacei. A questa Classe di invertebrati appartengono granchi, aragoste, gamberi e paguri.
Vivono quasi esclusivamente in ambienti acquatici, respirano con le branchie e sono dotati di un paio di antenne.
Sono dodati di di mandibole forti e una robusta corazza esterni, in alcuni casi anche di chele.
Si riproducono per mezzo di uova.
La maggior parte dei crostacei cammina o nuota agevolmente.
DECAPODI ARAGOSTE, GAMBERI,
PAGURI e GRANCHI

M
O
L
L
U
S
C
H
I
PHYLUM CLASSE ORDINE NOME COMUNE
MOLLUSCHI
Phylum di Ivertebrati prevalentemente acquatici, con alcune specie terrestri, caratterizzati dal corpo molle, che comprende più di 100.000 specie.
Possono essere muniti di conchiglie, come i Bivalvi.
Il corpo dei molluschi di sivide in un capo, che comprende la bocca, i gangli cerebtali e i principali organi di senso, e un tronco che è rivestito da un muscolo ventrale chiamato piede, che è l'organo di movimento.
Dal dorso sporge una specie di sacchetto che contiene le visceri e rivestito dal mantello che è il responsabile della produzione della conchiglia.
I molluschi acquatici respirano con le branchie e si nutrono filtrando grandi quantità d'acqua.
Nella bellezza delle conchiglie ritroviamo una volta di più la stupefacente creatività della Natura. Da sempre utilizzate come gioielli e perfino moneta di scambio nell'antichità, non va però dimenticato che sono la dimora di esseri viventi ed ogni volta che una di esse viene portata in superficie, si uccide in modo crudele un animale.
Fra le varie classi si distinguono i gasteropodi dotati di conchiglia unica, i nudibranchi, privi di conchiglia ed i bivalvi con la conchiglia costituita da due valve.
Alle Maldive la raccolta delle conchiglie è vietata e severamente punita.
GASTEROPODI
Caratterizzati da una torsione degli organi interni, che si riflette nella forma a spirale della conchiglia, assente in alcune specie.
La conchiglia viene prodotta da ghiandole di un tessuto chiamato mantello ed ha una funzione protettiva con forme e colori molto variabili, con uno strato interno di madreperla.
I gasteropodi hanno la bocca provvista di una piastra corne, la radula, che gli permette di triturare il cibo. Le specie marine respirano che le branchie.
PROSOBRANCHI CONCHIGLIE
OPISTOBRANCHI NUDIBRANCHI
BIVALVI
Detti anche lamellibranchi, sono dotati di una conchiglia a due valve, spesso ricoperta internamente di madreperla, che ne racchiude il corpo.
Non hanno una vera e propria suddivisione del corpo, sono ricoperti da un mantello e hanno un piede muscolare che gli serve per scavare nella sabbia e per muoversi.
Vivono sui fondali o attaccati agli scogli e respirano grazie a due coppie di branchie. Si nutrono di Plancton.
TRIDACNIDI TRIDACNE

E
C
H
I
N
O
D
E
R
M
I
PHYLUM CLASSE ORDINE NOME COMUNE
ECHINODERMI
In questo Phylum troviamo organismi tra loro talmente differenti da arrivare a dubitare che appartengano alla stessa famiglia. Una caratteristica comune è la simmetria pentaraggiata e la presenza di piastre sottocutanee che in alcuni casi assurgono il ruolo di veri e propri gusci.
Appartengono a questo Phylum i crinoidi, gli ofiuroidi, gli echinoidi, gli asteroidi e gli oloturoidi.
Hanno il corpo ricoperto da uno scheletro esterno formato da piastre e spicole calcaree.
Per muoversi hanno un apparato ambulacrale che pompa l'acqua facendo contrarre e rilasciare le piccole estroflessioni che sporgono dal loro corpo, chiamati pedicelli ambulacrali.
CRINOIDI COMATULIDI CRINOIDI
OFIUROIDI OFIURE STELLE SERPENTINE
ECHINOIDI DLADEMOTOIDI RICCI DI MARE
ASTEROIDI FANEROZONI STELLE MARINE
OLOTUROIDI
CETRIOLI DI MARE

T
U
N
I
C
A
T
I
PHYLUM CLASSE NOME COMUNE
TUNICATI ASCIDIACEI ASCIDIE