Testata Mondomaldive.it

MondoMaldive e Manta Trust

Mantatrust

Aiutaci a sostenere la ricerca sulle Mante!
Leggi nella pagina come aiutarci

Mondomaldive è lieta di annunciare il sostegno attivo a Manta Trust, un'organizzazione noprofit riconosciuta a livello globale come leader nella conservazione, protezione, ricerca e monitoraggio delle mante nel mondo, Maldive incluse.

Che cos'è il Manta Trust?
Manta Trust è una Organizzazione non a scopo di lucro che nasce nel 2011 come evoluzione del Maldivian Manta Ray Project (MMRP), progetto pilota di ricerca sulle mante fondato nel 2005 dal biologo Guy Stevens. Appassionato di mare fin da bambino, Guy arriva alle Maldive dove incontra le mante per la prima volta e se ne innamora subito. Spinto dalla facilità con la quale in questo stupendo luogo si incontrano queste creature, associata alla voglia di capire più a fondo la loro biologia e proteggerle, decide di dare vita all'MMRP. Oggi il Manta Trust è riconosciuto a livello globale come leader nella conservazione delle mante, e conta numerosi progetti di ricerca in svariati Paesi nel mondo: Maldive, Seychelles, Fiji, Messico, Filippine ed Indonesia, per citarne alcuni.

Qual'è la missione del Manta Trust?
La missione del Manta Trust è la protezione e la conservazione delle mante. Per far sì che questo si realizzi il Manta Trust opera in diverse direzioni. Elemento fondamentale è sicuramente la ricerca. Per poter attuare con successo piani di protezione e conservazione di una specie è fondamentale studiarne e capirne a fondo la biologia attraverso la ricerca. Solo dopo aver fatto luce su alcuni aspetti fondamentali, fin'ora non chiari, della vita delle mante, come l'utilizzazione dell'habitat, le migrazioni e l'impatto antropogenico (quali la minaccia dovuta alla pesca selettiva), si possono ideare piani di conservazione adeguati ed efficienti. La ricerca da sola, però, non è sufficiente! Ecco perchè il Manta Trust lavora anche attraverso il sito web (www.mantatrust.org), le campagne di sensibilizzazione ed educazione, i seminari, le collaborazioni internazionali, ecc. Inoltre, i progetti ed i successi del Manta Trust vengono sempre condivisi con il pubblico di appassionati che seguono Manta Trust anche attraverso la creazione di documentari e la pubblicazione di articoli su riviste naturalistiche quali BBC Natural World Special, Discovery Channel e National Geographic Magazine.

Perchè le mante sono a rischio di estinzione?
Sfortunatamente negli ultimi anni si è osservato un grave declino delle popolazioni di mante a livello globale. I fattori che hanno determinano ciò sono molteplici ma sicuramente una delle minacce più gravi per questi animali oggi è la pesca selettiva. Negli ultimi decenni infatti è cresciuta esponenzialmente la richiesta, da parte del mercato asiatico orientale, di branchie essiccate di mante e mobule (razze affini alle mante). Il motivo per il quale le branchie sono così ricercate è la credenza, ovviamente mancante una qualsiasi base scientifica, che il tonico o brodo ricavato da questi organi possa curare malattie quali tumori e cancro, ed aiutare il rafforzamento del sistema immunitario. Le mante sono animali che impiegano diversi anni a raggiungere la maturità sessuale (15-20 circa), e che hanno un tasso riproduttivo bassissimo (un piccolo ogni 3-5 anni). Di conseguenza la pesca massiva e indiscriminata incide in maniera gravissima sulle popolazioni, decimandole in pochi anni. Basti sapere che in Paesi come l'Indonesia, il Messico, il Mozambico, le mante sono oggi a rischio di estinzione proprio a causa di questo tipo di pesca, ormai insostenibile.

Come si fa a fare ricerca sulle mante?
Facendo foto! Uno degli elementi portanti della ricerca di Manta Trust sono le cosiddette foto ID, o foto identificative. Le foto ID sono semplici foto della "pancia" delle mante che vengono effettuate durante gli avvistamenti. Ogni manta possiede infatti, tra le due serie di fessure branchiali, un disegno a chiazze che permette di identificare ogni singolo individuo (Fig.1). In pratica è come se ogni manta avesse la sua "impronta digitale". Le foto scattate in acqua vengono successivamente analizzate e confrontate con l'archivio di Manta Trust (l'archivio delle Maldive comprende al momento quasi 3000 mante!). Se la foto effettuata corrisponde a una delle foto dell'archivio il gioco è fatto! Attraverso questo semplice strumento Manta Trust riesce a sapere, ad esempio, dove e quando una certa manta è stata avvistata l'ultima volta, se si è spostata o se è rimasta nella stessa area, etc. Questo permette, sul lungo raggio, di tracciare una specie di "mappa" delle mante e di capire elementi fondamentali del loro ciclo vitale.

manta mondomaldive mantatrust

Fig.1  In rosso l’area che permette l’identificazione della manta.



Come possiamo noi aiutare le mante?

1) Facendo foto!
Chi di noi non ha mai fatto una foto durante le vacanze? Nessuno! E quale modo di migliore di rendere le tue foto speciali se non inviandole al Manta Trust sapendo che saranno usate per proteggere gli animali che amiamo? Non resta che aspettare la prossima vacanza: Maldive, Seychelles, Caraibi, Indonesia, dovunque tu sia, basta un click! Invia le foto a IDtheManta@mantatrust.org, oppure caricale sul sito alla pagina www.mantatrust.org/make-a-difference/id-the-manta/sightings-upload-form/. I ricercatori di Manta Trust le analizzeranno e nel giro di qualche giorno ti invieranno informazioni sulla manta da te osservata. Peraltro, se la manta da te avvistata risulta non essere presente nell'archivio di Manta Trust ti sarà data l'opportunità di nominarla! Insieme alle foto è fondamentale fornire anche informazioni sul sito e la data di avvistamento; laddove possibile, potresti anche aggiungere altre informazioni sul sesso della manta (Fig.2) o sulla presenza di tratti caratteristici, come ad esempio ferite vistose come quelle causate da morsi di squalo (Fig.3) o da imbarcazioni.  

manta mondomaldive mantatrust

Fig.2  a) femmina matura  b) maschio maturo c) maschio giovane

 

manta mondomaldive mantatrust

Fig.3  Manta che mostra un’evidente ferita da morso di squalo sulla pinna destra.

 

Non bisogna essere dei fotografi professionisti per aiutare Manta Trust! Basta un semplice "click" ad immortalare il disegno di macchie sul ventre che ne permette l'identificazione. Anche foto che sembrano essere di scarsa qualità possono rivelarsi utili agli esperti di Manta Trust, quindi inviale! Ricorda sempre che meno ti muovi più la manta sarà incuriosita dalla tua presenza e si avvicinerà.

2) Inviando le foto del tuo archivio
Se sei uno dei fortunati che ha già incontrato le mante e se hai delle foto degli anni passati (1980, 1990, 2000) che potrebbero essere utilizzate, mandale! Queste foto infatti possono dimostrasi estremamente utili. Ad esempio una foto di Ping Pong, una delle mante incontrate più spesso alle Maldive, scattata nel 1989 ha permesso di capire quanto a lungo esse vivano. Ping Pong, infatti, aveva già raggiunto la maturità sessuale (circa 20 anni) quando la foto fu scattata per la prima volta; e la stessa manta viene tuttora avvistata nelle acque maldiviane. Questo ha permesso di stabilire che Ping Pong abbia circa 40 anni, e ipotizzare che le mante possano vivere anche più a lungo.


Se hai delle foto, anche vecchie di anni, della pancia di una manta
o se riuscirai a farle nel tuo prossimo viaggio, ricordati di inviarle!

 

Per saperne di più
Se vuoi saperne di più sul lavoro ed i progetti del Manta Trust, e su come sostenere ulteriormente la causa di Manta Trust, visita il sito ufficiale www.mantatrust.org e segui le pagine Facebook e Twitter www.facebook.com/MantaTrust - www.twitter.com/MantaTrust.
Per domande ed ulteriori informazioni scrivi ad info@mantatrust.org.